di Carolina Gadioli


Mai come in questo periodo abbiamo visto il mondo delle soluzioni digitali inserirsi nelle più svariate realtà: questa volta ad esserne protagonista è il settore alberghiero.

Hotel Insights è il nome della piattaforma gratuita lanciata da Google per affiancare le strutture di alloggio turistico che quasi da un anno – causa Covid – sono costrette all’immobilità. In questo tool innovativo è racchiusa una vera e propria strategia di marketing a tutti gli effetti che si propone come soluzione innovativa per intercettare la domanda di nuovi potenziali clienti. 

Insomma, sembra proprio che “se il turista non va all’hotel, l’hotel va al turista”. 

Il primo portavoce di Hotel Insights è l’Italia: Google ha lavorato insieme al MiBACT, all’Agenzia Nazionale del Turismo, a Confindustria Alberghi e ad altre associazioni per avviare questo progetto virtuale. 

Gli ultimi dati riportati da Federalberghi in data 2 febbraio 2021, hanno purtroppo confermato una perdita di fatturato del 52% per i servizi di alloggio, conseguenza ovviamente del minor numero di turisti italiani e stranieri sul territorio. Quale miglior momento quindi per partire con una soluzione diversa, aggiornata ed in linea con gli strumenti digitali che oggi abbiamo a disposizione.

Ma come funziona questa nuova piattaforma? 

Tutto ha inizio da un’analisi dei dati, che significa esplorare le statistiche di mercato: attraverso una ricerca effettuata sul portale di Hotel Insights, gli albergatori possono individuare i potenziali turisti, capire da dove arrivano e cosa chiedono. 

Dopodichè arriva la parte operativa, quindi la necessità di sviluppare un piano per essere più evidenti e presenti nel web: per raggiungere il potenziale turista è fondamentale che i dati recepiti siano elaborati in una comunicazione efficace e mirata, affinchè il contatto con il cliente produca un’azione effettiva, come la prenotazione – appunto – di un soggiorno nella struttura.  

Inoltre, Hotel Insights mette a disposizione degli albergatori e di tutti gli utenti che lo utilizzano, dei “Google Digital Training”, corsi online per imparare e applicare suggerimenti utili per potenziare la propria strategia oltre che utilizzare in maniera più efficace altri strumenti come Maps, Google My Business e altre risorse-chiave importanti. 

Nonostante il periodo non conceda ancora una piena libertà di viaggio, la piattaforma è già pienamente operativa e mette in risalto l’importanza di giocare d’anticipo in questo momento. 

“Fatti trovare pronto quando nuovi turisti ti cercheranno” sono le parole che accolgono gli utenti di Hotel Insights: una chiara motivazione a non arrendersi alla crisi ma a reinventarsi; e utilizzare i mezzi che oggi il mondo digitale offre – anche gratuitamente – è sicuramente un nuovo modo per farlo. Le stesse parole del vicepresidente di Google, Fabio Vaccarono, confermano l’intento del nuovo portale, cioè “fornire agli operatori strumenti, risorse e progetti di formazione specifici, per farsi trovare pronti quando si tornerà a viaggiare”. Il nuovo modo di vivere il turismo è quindi avere a disposizione una visione più chiara sulla domanda dei futuri clienti che verranno, anticipando le loro richieste: così Google Hotel Insights ha saputo applicare l’espressione “trasformazione digitale” al settore alberghiero, trasformandolo in un settore 2.0.